Crostata ai lamponi

11 febbraio 2019Rita
crostata ai lamponi

I   L O V E
F R O L (LAMPONI)

I love frolla.
I love friends.
I love my best moment.
I love
 l’impossibile.
I love
non arrendermi mai.
I love
la routine del mattino con un fumante caffelatte, le mie frolle del ♥ e voglia di fare!
I love girare intorno al sole che prima o poi mi scotterà!
I love love
I love frolla ai lamponi con pistacchi caramellati.

Spero sia stata una gustosa lettura! E, tra un virgola e un infinito, prova a replicare questa crostata ai lamponi affondando le mani tra sbuffi di farina, burro, succosi lamponi e dolci ingredienti.
Sono convinta che entrerà nella tua sweet playlist!

Stampa la Ricetta

  • Preparazione: 2 ore 30 minuti
  • Cottura: 20 minuti
  • Tempo: 2 ore 50 minuti

Ingredienti

Crostata ai lamponi

  • 150 gr. di burro
  • 50 gr. di zucchero a velo
  • 1/2 limone grattugiato
  • 30 gr. di tuorlo
  • 220 gr. di farina 00 biologica
  • 1 gr. di sale

Zabaione

  • 300 ml. di latte intero
  • 100 ml. di panna
  • 100 gr. di zucchero a velo
  • 130 gr. di tuorli
  • 35 gr. di amido di mais
  • 80 ml. di marsala

Decorazione

  • 30 lamponi
  • 10 pistacchi caramellati

Preparazione

Frolla

  • Impasta velocemente gli ingredienti e poni in frigo per almeno 2 ore.

  • Passaggio in forno statico a 170° per 30 minuti.

Zabaione

  • Porta a ebollizione il latte con la panna a 80/85°  con metà dose di zucchero semolato.

  • Sbatti con la frusta i tuorli insieme al restante zucchero semolato, aggiungi l’amido di mais e ultima con il marsala.

  • Versa il mix filtrato di latte bollente e panna nel composto dei tuorli.

  • Riporta sul fuoco a fiamma bassa, sempre mescolando, per circa 5 minuti.

  • Appena inizia ad addensare, spegni la fiamma e continua a girare a fornello spento fino al momento in cui lo zabaione è completamente addensato e poni in frigo per almeno 2 ore.

Ed ora il disordine scomposto prende forma

  • Farcisci il guscio di frolla con lo zabaione e decora con i lamponi e i pistacchi caramellati.

Note golose

E visto che la dolcezza non  qui è mai troppa clicca qui, qui e qui!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo Precedente Prossimo Articolo