L’intervista golosa al Maestro pasticcere Davide Malizia Campione del Mondo di zucchero artistico e Direttore Didattico di Aromacademy

24 gennaio 2019Rita
davide malizia

“Un vincitore è un sognatore che non si è mai arreso”

Overture  di grande emozionalità” all’intervista del Maestro pasticcere Davide Malizia Campione del Mondo di zucchero artistico e Direttore Didattico di Aromacademy.

“Parole del Maestro” dense di grande abnegazione, tenacia e profonda consapevolezza, di avere intrapreso e continuare a intraprendere, “una strada costellata di zucchero e arte”.
“Le opere di zucchero artistico” del Maestro, infatti, sono delle vere e proprie sculture pulsanti di genialità, passione, eleganza e spiccato senso cromatico.
“Un concept  di pasticceria” basato sull’eccellenza dell’artigianalità mescolato all’arte dello zucchero.
Prima di lasciarvi l’intervista, una photogallery di dolci realizzati dal Maestro pasticcere per “ispirazioni sweet per le vostre feste (e non solo!)”.

 

 

 

La prima domanda che vorrei porLe è la seguente:”Come ha iniziato il suo percorso formativo fino a divenire Campione Mondiale di zucchero artistico?
Provengo da una famiglia di modellatori della ceramica di Caltagirone in Sicilia, cuore della ceramica mondiale, ed è anche per questo, che ho sempre amato il settore artistico e scultoreo.
La mia passione per i dolci nasce con le mie nonne che erano due bravissime massaie anche con i dolci e cresce specializzandomi, sia in Italia che all’estero, nel settore artistico della pasticceria, ovvero, lo zucchero artistico.
A tal proposito, ho studiato in tutto il mondo partecipando ai più prestigiosi concorsi internazionali di zucchero artistico, fino a vincere, la 1° edizione della coppa del mondo dello zucchero artistico “The star of sugar 2013”.

Emblema della formazione di pasticceria è l’Accademia di Roma. Ci può parlare del suo progetto?
L’Accademia sorta a Roma  nel 2015, è un centro di formazione unico nel genere nella capitale, dedicato solo alla pasticceria e ai suoi vari settori, basato nell’ esecuzione delle ricette e nello studio e tecnica abbinati in maniera profonda e con logica razionale.
E’ rivolto a  tutti coloro che vogliono entrare nel mondo della pasticceria, partendo da zero. Prevede un corso di formazione di 4 mesi a 360° e il successivo inserimento di stage di 3 mesi lavorativi, divenendo, con il tempo, la punta di diamante della scuola.
Nella scuola, affiancato a questo corso, sono attivi corsi di specializzazione presieduti dai docenti più blasonati del mondo della durata di 3 giorni riservati esclusivamente a professionisti del settore. Ad esempio, nella didattica della scuola, (per me motivo di orgoglio) é presente un team di Maestri di ben 7 MDF Francesi (il titolo più alto in Francia per un artigiano milleur ouvriers de France) e campioni del mondo della pasticceria.

Qual’è il dolce che faceva da piccolo e come lo rifarebbe oggi?
Il dolce che ho sempre fatto e amato fin da bambino è la torta di carote.
Oggi, lo ripropongo in versione monoporzione a mezza sfera (ricorda la camilla alla carota).
Un dolce unico dai profumi intensi che spaziano dalla carota, alla mandorla di avola, al limone laziale passando a un cuore di albicocche semicandite.
Un must della mia infanzia!

 

 

Che cosa può suggerirci per la preparazione di una frolla perfetta?
In primis, di utilizzare materie prime straordinarie, ad esempio, un grande burro, una farina idonea alle frolle, quindi debole, uova selezionate e zucchero di vera produzione italiana.
Le ricette servono a poco, bisogna conoscere le percentuali di costruzioni della ricetta.

L’intervista volge al termine e io ringrazio vivamente il Maestro pasticcere Davide Malizia per l’intervista che ha concesso al mio blog.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo Precedente Prossimo Articolo