Crostata fragole e crema

Crostata fragole e crema

18 Maggio 2024cuoredifrolla

Crostata fragole e crema e un ingrediente segreto con una nota croccante che secondo me ci sta proprio bene! Un ingrediente segreto (almeno per ora!) perché? Ti aspetto sul mio profilo Instagram: la prima persona che indovina l’ingrediente segreto vince la condivisione nelle storie di un post dove ci racconta il suo profilo. Nel post dedicato a questa crostata nel profilo Instagram trovi anche un’altro tipo di decorazione più elegante che può essere proposto anche nelle crostate di compleanno dei bambini personalizzato con il loro stampino del ❤️. Curiosi?

Comincio dall’inizio.

Un guscio di frolla preparata con il metodo classico pronta in 5 minuti. 
Il “trucchetto” è quello di togliere il burro dal frigo un pochino prima (in base alla temperatura del giorno) in modo che sia plastico. 

I primi ingredienti da lavorare per questa crostata fragole e crema sono il burro con lo zucchero a velo (per una frolla fine), aggiungi l’uovo e termina con la farina setacciata. Lavora quel poco che basta ad ottenere un panetto compatto ed omogeneo, avvolgi nella pellicola e lascia riposare in frigo per almeno 2 ore (meglio tutta la notte). 
Stendi la frolla con gli spessori oppure con il matterello con spessoriad una altezza di 3 mm. e fodera uno stampo di 20 cm. Ti rimarrà della frolla che puoi congelare in un sacchetto freezer, oppure prepara i biscottini come ho fatto io. Cottura in bianco e raffreddamento completo. 
Altra idea stampo è foderare una tortiera da 23 cm. sempre per 3 mm. di altezza. In questo caso non ti rimarrà nessun “scampolo di frolla”.

Impermiabilizza la base del guscio di frolla con il cioccolato con granella di nocciole sciolto a bagnomaria.

Crostata fragole e crema 

  • 120 gr. di burro
  • 100 gr. di zucchero a velo
  • 1/2 limone biologico grattugiato
  • 1 uovo
  • 250 gr. di farina 00 biologica
  • 1 gr. di sale

Crema pasticcera

  • 500 ml. di latte intero
  • 1/2 scorza di limone biologico
  • 170 gr. di zucchero semolato
  • 8 di tuorli
  • 45 gr. di amido di mais
  • 35 gr. di amido di riso

Decorazione

  • 2 vaschette di fragole
  • 3 quadratini di cioccolato con granella di nocciole 
  • q.b. di zucchero a velo
  • menta

Preparazione

  • Nella planetaria con lo scudo oppure manualmente amalgama il burro con lo zucchero a velo e la scorza grattugiata del limone biologico.
  • Aggiungi l’uovo mixato con il sale.
  • Ultima con la farina.
  • Impasta velocemente fintanto che il composto risulta liscio e omogeneo.
  • Avvolgi il panetto nella pellicola.
  • Passaggio in frigo per 2 ore (preferibilmente tutta la notte).
  • Stendi la frolla con gli spessori, oppure con il mattarello con gli spessori in modo da ottenere uno spessore di 3 mm.
  • Fodera uno stampo da crostata microforato da 20 cm.
  • Passaggio in forno statico per la cottura in bianco a 180° per 18 minuti circa.

Crema pasticcera

  • Porta a ebollizione il latte a 80/85° con metà dose di zucchero semolato e la scorza di 1 limone biologico.
  • Mixa lo zucchero semolato con gli amidi.
  • Sbatti con la frusta i tuorli con il mix di amidi e zucchero semolato.
  • Versa in 2 tempi  il mix filtrato di latte bollente nel composto dei tuorli.
  • Riporta la crema sul fuoco a fiamma bassa, sempre mescolando.
  • Appena la crema inizia ad addensare, spegni la fiamma e continua a girare a fornello spento fino al momento in cui è completamente addensata.
  • Ora metti la crema in una ciotola fredda continuando a girare e raffredda velocemente finché la crema non raggiunge i 50 gradi.
  • Stendi la crema su una teglia e copri a contatto con la pellicola.
  • Passaggio in frigo per almeno 2 ore.
  • Quando la crema è fredda mescola di nuovo in modo da conferire ulteriore cremosità.

Ed ora il disordine scomposto prende forma

  • Farcisci il guscio di frolla con la crema pasticcera.
  • Decora la crostata fragole e crema con le fragole e menta fresca
  • Decora il bordo con lo zucchero a velo e e cuoricini di pasta di zucchero bianca.

La tua crostata fragole e crema double-face, dolce e frutta insieme (come la chiamo io) è servita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo Precedente Prossimo Articolo