Torta meringata al limone

28 Marzo 2024cuoredifrolla

Torta meringata al limone è la crostata pensata per augurarti i miei frollosi auguri di Pasqua!

“Apro” il post con un super grazie per le ricette della crema al limone e della meringa italiana a Elisa Schianti Pastry Chef e direttrice insieme a Laura Esu Chef della scuola QKING officine di cucina che ha ospitato il mio frolloso showcooking di Pasqua.

“La forza della dolcezza” della torta meringata al limone rubacuori ti farà innamorare al primo morso complice la bis consistenza: la doppia cremosità della crema al limone e della meringa all’italiana e la friabilità della frolla agrumata.
Il tutto reso super scenico dal cannello che andrà a “bruciacchiare” qua e là la meringa per un effetto wow!

{Parentesi frolla} per esaltare la torta meringata.
A tal proposito ho bilanciato la frolla agrumata con il metodo sablè al profumo di limone e arancia utilizzando un pochino meno di zucchero a velo rispetto alla frolla agrumata classica.
Due trucchetti per bilanciare il grado zuccherino della meringa e realizzare la giusta frolla friabile e zuccherina pronta ad accogliere “l’essenza del limone”.

Ciliegina sulla torta (si fa per dire!), 5 ovetti colorati di Pasqua al cioccolato fondente per una crostata super Pasquale!

Prova assaggio? Concediti 5 minuti solo per te per assaporare questa delizia al limone. Da mangiare prima con occhi e poi con il palato che saltella dalla friabilità della frolla alla crema al limone passando per la meringa all’italiana.
Servita fredda, oppure in versione semifreddo, a te la scelta!

Prima di scriverti la ricetta, un cenno storico della torta meringata al limone conosciuta come lemon meringue pie.

Questa dolcezza di origine americana è molto diffusa anche in Inghilterra e in Francia con il nome di Tarte meringuée au citron. La differenza è che la versione americana è realizzata con la pasta brisée, mentre in Italia e in Francia è preparata con un guscio di frolla.

Ora ti lascio la ricetta della torta meringata al limone passo dopo passo composta da 4 preparazioni: la frolla agrumata, la bis ricetta della meringa e la crema al limone. E, visto che a Pasqua domina il cioccolato, per te anche la ricetta della crostata di Pasqua

Torta meringata al limone e meringa italiana

  • 250 gr. di farina 00
  • 120 gr. di burro
  • 80 gr. di zucchero a velo
  • 1 uovo sbattuto con un pizzico di sale
  • 1 limone bio
  • 1 arancia bio
  • 3 quadratini di cioccolato fondente, oppure di cioccolato bianco per impermiabizzare la frolla

Crema al limone

  • 500 ml. di latte intero
  • 4 tuorli
  • 150 gr. di zucchero semolato
  • 20 gr. di amido di mais
  • 30 gr. di amido di riso
  • scorza di 2 limoni 
  • 100 ml. di panna montata per alleggerire la massa, oppure 20/30 ml. di latte

Meringa italiana semplificata per piccole quantità

  • 90 gr. di albumi
  • 40 gr. di acqua
  • 120 di zucchero semolato
  • 40 gr. di sciroppo di glucosio oppure di zucchero semolato

Meringa italiana classica

Nel pentolino

  • 150 gr. di zucchero semolato
  • 45 ml. di acqua

Nella planetaria

  • 130 gr. di albumi
  • 75 gr. di zucchero semolato

Preparazione frolla 

  • Impasta il burro a temperatura ambiente con la farina e la scorza grattugiata del limone bio fino a creare un composto sabbioso.
  • Aggiungi lo zucchero a velo.
  • Termina con l’uovo sbattuto con il sale.
  • Impasta fintanto che avrai ottenuto un composto compatto ed omogeneo.
  • Forma un panetto e avvolgi nella pellicola.
  • Passaggio in frigo per almeno 2 ore (preferibilmente tutta la notte).
  • Stendi con il mattarello la frolla di 3 mm. con gli spessori tra due fogli di carta forno e rivesti uno stampo microforato da 20 cm.

Cottura in bianco

  • Passaggio in forno statico a 180° nella parte centrale per 20 minuti circa. Per lo stampo classico bucherella la frolla con i rebbi della forchetta e copri la superficie con carta forno e biglie di ceramica oppure legumi.
  • Lascia raffreddare completamente.

Crema al limone

  • Scalda il latte in una casseruola e metti in infusione la buccia di 1 limone senza la parte bianca e amara fuori fiamma per 15 minuti.
  • Monta i tuorli con lo zucchero semolato fino a sbianchimento.
  • Aggiungi i 2 amidi.
  • Togli dal latte la scorza intera del limone e aggiungi la scorza grattugiata dell’altro limone.
  • Rimetti il latte sul fuoco fino a bollore.
  • Quando si sarà formata la patina superficiale, versa la montata dei tuorli nella casseruola, attendi l’ebollizione a vulcano e mescola con una frusta fuori fiamma fintanto che la crema non é ben addensata.
  • Far raggiungere la temperatura ambiente mescolando di tanto in tanto per evitare la formazione della crosticina superficiale, oppure copri con pellicola a contatto.
  • Lavora con la frusta a modo per ammorbidire la massa aggiungendo 75 ml. di panna montata, oppure aggiungi a filo 20/30 ml. di latte.

Meringa italiana semplificata per piccole quantità

  • Metti tutti gli ingredienti in un pentolino e mescola bene.
  • Metti su fiamma e continua a mescolare con la frusta a mano fino a raggiungere la temperatura di 85° per la pastorizzazione degli albumi.
  • Metti nella planetaria, oppure con lo sbattitore a velocità alta fino al raffreddamento della massa.
  • Metti nel sac a poche con bocchetta n.

Meringa italiana classica 

  • Fai sciogliere lo sciroppo nel pentolino fino a raggiungere i 115°.
  • Nella planetaria monta gli albumi con lo zucchero.
  • Togli il pentolino dal fuoco e versa lo sciroppo con cautela nella planetaria rallentando un pochino la velocità.
  • Aumenta nuovamente la potenza e lascia montare finché la massa non torna a temperatura ambiente.
  • Metti nel sac a poche con bocchetta n.

Ed ora il disordine scomposto prende forma

  • Impermiabilizza il guscio di frolla con il cioccolato fondente sciolto a bagnomaria.
  • Farcisci con la crema al limone.
  • Livella la superficie con la meringa italiana.
  • Metti al centro gli ovetti.
  • Decora con il sac a poche.
  • Passaggio nel congelatore per almeno 1 ora.
  • Passa il cannello per l’effetto brunito (se non hai il cannello è lo stesso).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo Precedente Prossimo Articolo